mercoledì 11 giugno 2014

Il David  di Donatello 2014 a Sorrentino e Virzì
Continuiamo a farci del  male



Continuiamo a farci   del male.  Quando maturerà  la nostra cultura economica?  Quando cresceremo? Per parafrasare (al contrario) Marx, appena  scoppia una crisi subito ritorna subito a galla tutta la  m...  anticapitalista…  Come se alcuni secoli di progresso sociale   dovessero essere immediatamente rispediti al  mittente:  Engineer  James Watt  &   Professor  Adam Smith  -  United Kingdom.
Per quale ragione, questa mattina,  siamo così  arrabbiati?   Perché  - cosa del resto scontata -   Paolo Sorrentino (“La Grande Bellezza”) e Paolo Virzì (“Il capitale umano”), si sono  divisi la  miglior regia e il  miglior film dei David di Donatello 2014.   Insomma,   quel che  irrita   è   l'effetto galleggiamento medagliato...
Al tempo: sul capitalismo ognuno può pensarla come vuole, ci mancherebbe altro.  Per una versione, ragionata, divertente e tutto sommato prudente,   si veda il film di Scorsese e DiCaprio (che non ha vinto nessun premio negli States, dove, come è noto,  la  Hollywood al caviale non ama Wall Street, figurarsi le “volpi”: e infatti  Sorrentino ha vinto l’Oscar). 
Ciò che invece   sconcerta   è  l'anticapitalismo organizzato,  militante ma  in abito da sera:  il fatto  che  una giuria  - sovietica come  direbbero, esagerando  Feltri e Belpietro -   onori, solo per simbiosi ideologica, due film rozzi  e schematici, dove i buoni sono sempre  poveri e sfortunati  e i ricchi prepotenti  e cafoni. Semplificando:  appena ci si siede, già si intuisce chi  sia il colpevole.   
In qualche misura, senza tirar  fuori il realismo socialista o  il neorealismo d’antan,  si tratta  del   “modello”  Charlie  Chaplin,  senza però  la grazia e  la poesia  di un regista-attore eccezionale.   E'  come se  Virzì  e Sorrentino, da bambini  scapestrati,  avessero marinato la scuola il  giorno della lezione del maestro  Chaplin, per andare in giro  per campi  a  torturare  rospi e  gatti randagi  insieme ai fratelli Vanzina, amici del cuore ma zotici.  Dopo di che, i Vanzina si sono fermati  alle medie,  mentre Sorrentino e Virzì  hanno strappato la la maturità.   E si vede.        
Carlo Gambescia




2 commenti:

  1. Ti se svegliato male oggi :-) Mi piace. Saluti Stelvio

    RispondiElimina